Sole e bambini: Benefici e protezioni

Spese di spedizione gratuite per ordini superiori a 49.90€
Sole e bambini: Benefici e protezioni

Sole e bambini: Benefici e protezioni


Il sole è un vero toccasana per grandi e bambini, infatti, esporsi al sole in modo ponderato e sicuro apporta numerosi benefici.

Primo fra tutti, l’esposizione al sole innesca la sintesi di vitamina D, fondamentale nel processo di regolazione del metabolismo osseo e nella mineralizza di ossa e denti. Contribuendo in tal modo ad una crescita armonica delle ossa ed evitando l’insorgere di problematiche ossee quali il rachitismo.

Trascorrere del tempo all'aria aperta, poi, fa bene all'umore e regola il sonno, poiché favorisce l’equilibrio dei neurotrasmettitori implicati in tali meccanismi, ed ha anche benefici effetti sulla pelle, infatti, viene anche consigliata come cura in caso di dermatite atopica e altre malattie della pelle come la psoriasi.

Tutti questi benefici, però, derivano da un’esposizione attenta e protetta, diversamente vi è l’alto rischio di incorrere in scottature, ustioni ed eritemi, favorendo la comparsa in età adulta di tumori della pelle.


La pelle dei bambini è molto più sottile di quella degli adulti e produce meno melanina, risultando quindi più sensibile e delicata e, perciò, maggiormente predisposta ai danni causati dai raggi ultravioletti. Pertanto va protetta con estrema attenzione.

Sole e bambini, quali regole seguire?

Ecco le regole per proteggere i bambini dagli effetti negativi dei raggi UV:

  • I bebè, almeno fino ai 6-8 mesi, non vanno mai esposti al sole diretto, per cui in spiaggia vanno tenuti sotto l’ombrellone, costantemente protetti con una crema solare dall’elevato SPF (50+). I pediatri in genere consigliano prodotti a base di filtri fisici, come l’ossido di zinco, perché schermano quasi del tutto i raggi solari e hanno un basso rischio di allergie.

  • Da un anno in poi i bambini devono essere protetti con solari che abbiano un fattore almeno uguale o superiore a 30. La protezione deve essere garantita sia per i raggi UVB sia per quelli UVA e per proteggere l’area di occhi, orecchie, naso e labbra è meglio applicare stick dallo schermo protettivo molto elevato.

  • Ripetere l’applicazione della crema solare con regolarità, anche se la giornata è nuvolosa o il bimbo sta sotto l’ombrellone. In linea generale si consiglia di applicarla ogni due ore e dopo ogni bagno.

  • Bisogna allontanarsi dalla spiaggia nelle ore più calde, dalle 11 alle 16. Su questo punto i pediatri sono molto netti: in tale fascia oraria i bambini almeno fino a 6 anni non devono stare al sole. 

  • Specialmente all’inizio della vacanza e quando fa più caldo può essere d’aiuto coprire i bambini con una maglietta di cotone e un cappellino con visiera, così da riparare il viso. La maglietta non deve, però, essere di acrilico ma di cotone a trama fitta, meglio se di colore scuro.

  • Proteggere gli occhi, dato che i raggi ultravioletti penetrano nella retina e possono provocare danni anche gravi in futuro, bisogna perciò far indossare al bambino degli adeguati occhiali da sole.

  • In caso di lievi arrossamenti applicare una crema emolliente se la pelle si arrossa ed evitare l’esposizione al sole finché la pelle è arrossata. Se, invece, sono presenti bruciore e prurito è meglio chiedere il consiglio del pediatra.

Queste regole vanno rispettate non solo in caso di esposizione al sole al mare, ma anche in piscina, in montagna, in caso di attività all’aria aperta ecc.
Hai qualche dubbio o curiosità su questo argomento? Contattaci! Lo staff della Farmacia Gaudiana è a tua disposizione!


Scopri la nostra selezione di prodotti dei migliori marchi dedicata ai Solari per i Bambini!
Commenti: 0
Nessun commento
Rispondi

La tua email non sarà resa pubblica*