Programma di alimentazione del bambino: La guida al primo anno | Farmaciagaudiana.it

Spese di spedizione gratuite per ordini superiori a 49.90€
Programma di alimentazione del bambino: La guida al primo anno

Programma di alimentazione del bambino: La guida al primo anno

Mangiare, dormire, fare pipì, cacca, ripetere. Questi sono i punti salienti in una giornata della vita di un bambino appena nato.

E se sei un nuovo genitore, l'alimentazione può essere la fonte di molte delle tue domande e preoccupazioni. Quanti etti deve prendere il tuo bambino? Si deve svegliare un bambino che dorme per mangiare? Perché sembrano sempre affamati? Quando può iniziare a mangiare cibi solidi il tuo bambino?

Le domande abbondano e nonostante i consigli e l'insistenza di mamme e nonne, le risposte e le soluzioni ai dubbi sono cambiate nel tempo. Rispetto a qualche decennio fa, ora si raccomanda che i neonati, anche quelli nutriti con latte artificiale, mangino a richiesta (è considerata una buona preparazione per gli anni dell'adolescenza) e che i bambini aspettino di iniziare i cibi solidi fino ai 4-6 mesi.


Programma di alimentazione del bambino in base all'età

Il primo giorno di vita, lo stomaco del tuo bambino è grande come una biglia e può contenere solo da 1 a 1,4 cucchiaini di liquido alla volta. Man mano che il tuo bambino cresce, il suo stomaco si allunga e cresce.

È difficile (o impossibile, in realtà) sapere quanto latte sta assumendo il tuo bambino durante l'allattamento. Ma se stai allattando con il biberon per una serie di ragioni valide, è un po' più facile da misurare.

DI seguito un tipico programma di alimentazione per i bambini allattati al biberon:


Età
Ml per poppata
Cibi solidi
Fino a 2 settimane di vita 
145 ml. nei primi giorni, poi 30-90 ml
No
Da 2 settimane a 2 mesi
60-120 ml
No
2-4 mesi  
120-180 ml
No
4-6 mesi  
120-240 ml

Si, se il bambino può tenere la testa alta e pesa almeno 6 kg.

Ma non è ancora necessario introdurre cibi solidi.

6-12 mesi
240 ml 

Sì. Comincia con cibi morbidi, come cereali monocereali e purea di verdura,

carne e frutta, passando poi al purè e al finger food ben sminuzzato.

Dai al tuo bambino un nuovo cibo alla volta. Continua ad integrare con

l'allattamento al seno o con il latte artificiale


Quanto spesso dovrebbe mangiare il suo bambino?

Ogni bambino è unico, ma una cosa che è abbastanza costante è che i bambini allattati al seno mangiano più frequentemente di quelli allattati con il biberon. Questo perché il latte materno è facilmente digeribile e libera lo stomaco molto più velocemente.

Bambini allattati al seno

Non c'è riposo per chi è stanco. Secondo La Leche League International, dovresti iniziare ad allattare il tuo bambino entro 1 ora dalla nascita e fornire circa 8-12 poppate al giorno nelle prime settimane di vita. All'inizio, è importante

non lasciare che il tuo bambino stia più di 4 ore senza nutrirsi. Probabilmente dovrai svegliarlo se necessario, almeno fino a quando l'allattamento al seno è ben stabilito ed il neonato sta guadagnando peso in modo appropriato.

Man mano che il tuo bambino cresce e le tue scorte di latte aumentano, sarà in grado di assumere più latte in meno tempo con una sola poppata. A questo punto potresti iniziare a notare uno schema più prevedibile:

  • Da 1 a 3 mesi: Il tuo bambino si nutrirà da 7 a 9 volte ogni 24 ore.
  • 3 mesi: Le poppate avvengono da 6 a 8 volte in 24 ore.
  • 6 mesi: Il suo bambino si nutrirà circa 6 volte al giorno.
  • 12 mesi: L'allattamento può scendere a circa 4 volte al giorno. L'introduzione dei alimenti solidi a circa 6 mesi aiuta ad alimentare i bisogni nutrizionali supplementari del tuo bambino.

Tieni presente che questo schema è solo un esempio. Bambini diversi hanno ritmi e preferenze diverse, insieme ad altri fattori che influenzano la frequenza delle poppate.

Bambini allattati al biberon 

Come i bambini allattati al seno, i neonati allattati al biberon dovrebbero mangiare a richiesta. In media, questo avviene ogni 2 o 3 ore. Un tipico programma di alimentazione può assomigliare a questo:

  • Neonato: ogni 2 o 3 ore
  • A 2 mesi: ogni 3 o 4 ore
  • Da 4 a 6 mesi: ogni 4 o 5 ore
  • A più di 6 mesi: ogni 4 o 5 ore


Cosa altro può assumere un neonato?

E’ assolutamente sconsigliato di somministrare liquidi diversi dal latte in polvere o latte materno ai bambini sotto l'anno di età. Questo include succhi di frutta e latte di mucca. Non forniscono le giuste (se non nulle) sostanze nutritive e possono essere fastidiosi per il pancino del tuo bambino. L'acqua può essere introdotta intorno ai 6 mesi. Non aggiungere cereali al biberon, possono creare un pericolo di soffocamento, inoltre l'apparato digerente di un bambino non è abbastanza maturo per gestire i cereali fino a circa 4-6 mesi di età. Non dare al tuo bambino nessuna forma di miele fino a dopo il suo primo compleanno. Il miele può essere pericoloso per un bambino, causando occasionalmente il cosiddetto botulismo infantile.

Regola le tue aspettative in base al tuo bambino e ai suoi bisogni unici. I bambini prematuri probabilmente seguiranno modelli di alimentazione in base alla loro età regolata. Se il tuo bambino ha problemi come il reflusso o la mancata crescita, potrebbe essere necessario lavorare con il tuo medico sul programma di alimentazione appropriato e sulle quantità che dovrebbe mangiare.


Come fare un programma di alimentazione?

Gli orari sono il Santo Graal di ogni genitore. Il tuo bambino comincerà naturalmente ad intraprendere un modello di alimentazione man mano che il suo pancino cresce e può assumere più latte materno (o in polvere) in una sola volta. Questo può iniziare ad accadere tra i 2 e i 4 mesi di età.

All’inizio è meglio concentrarsi sull'apprendimento dei segnali di fame del bambino, come:

  • rovistare intorno al petto, alla ricerca di un capezzolo;
  • mettere il pugno in bocca;
  • schioccare o leccarsi le labbra;
  • il pianto o il lamento che può aumentare rapidamente (non aspettare che il tuo bambino abbia fame per dargli da mangiare)

Una volta che il tuo bambino ha qualche mese, potresti essere in grado di introdurre un programma di sonno/alimentazione che funzioni per te.

Diciamo, per esempio, che il tuo bambino di 4 mesi si sveglia ogni 5 ore per una poppata. Questo significa che se lo allatti alle 9 di sera, il tuo bambino si sveglia intorno alle 2. Ma se lo allatti e lo nutri alle 11 di sera, appena prima di andare a letto, potrebbe non svegliarsi fino alle 4 del mattino, dandoti un bel po' di sonno notturno.


E se il tuo bambino ha ancora fame? 

In generale, se il tuo bambino sembra affamato, dagli da mangiare. Il tuo bambino mangerà naturalmente più frequentemente durante gli scatti di crescita, che in genere si verificano intorno alle 3 settimane, 3 mesi e 6 mesi di età.

Alcuni bambini si nutrono anche "a grappolo", cioè si nutrono più frequentemente in certi periodi e meno in altri. Per esempio, il bambino potrebbe nutrirsi a grappolo durante il tardo pomeriggio e la sera e poi dormire più a lungo la notte. Questo è più comune nei bambini allattati al seno che in quelli nutriti con il biberon.

Preoccupato di allattare troppo? Anche se non è proprio possibile farlo con un bambino allattato esclusivamente al seno, è possibile sovralimentare un bambino che prende il biberon - soprattutto se lo fa per abitudine. Segui i suoi segnali di fame, ma parla con il tuo pediatra se sei preoccupato che il tuo piccolo possa mangiare troppo.


Come iniziare la somministrazione dei cibi solidi 

I bambini iniziano probabilmente ad essere pronti per i solidi dai 4 ai 6 mesi , quando è possibile riscontrare che:

  • hanno un buon controllo della testa
  • sembrano essere interessati a quello che stai mangiando
  • raggiungono il cibo
  • pesano almeno 6 kg


Con quale cibo iniziare? 

L'AAP afferma che non ha molta importanza in quale ordine si introducono gli alimenti. L'unica vera regola è quella di provare con un nuovo alimento per 3-5 giorni prima di offrirne un altro. Se c'è una reazione allergica (eruzione cutanea, diarrea, vomito sono i primi segni comuni), saprete quale cibo la sta causando.

Man mano che il tuo bambino cresce, passa dagli omogeneizzati a quelli che hanno più consistenza (per esempio, banana schiacciata, uovo strapazzato o pasta ben cotta e tagliata). Questo avviene generalmente intorno agli 8-10 mesi di età.

In commercio si può trovare una grande varietà di prodotti per l'alimentazione dei bambini, ma se si vuole prepararli in casa bisogna evitare zucchero e sale. Inoltre, in questa fase, non date da mangiare al vostro bambino qualcosa che potrebbe causare soffocamento, come:

  • cibi duri, come popcorn o noci
  • frutta dura e fresca, come le mele; cuocere per ammorbidire o tagliare in pezzi molto piccoli
  • qualsiasi carne che non sia ben cotta e tagliata molto bene
  • cubetti di formaggio
  • burro di arachidi e creme spalmabili dense

Quando il bambino si avvicina al suo primo compleanno, dovrebbe essere arrivato a mangiare diverse pietanze e assumere circa 120 grammi di solidi ad ogni pasto; può continuare ad assumere latte materno o in polvere. A 8 mesi, i bambini bevono circa 900 ml al giorno.




Altre preoccupazioni

Alcuni bambini aumenteranno di peso facilmente, mentre altri avranno problemi. Le cose che possono influenzare l'aumento di peso di un bambino sono:

  • avere un difetto di nascita come una labiopalatoschisi, che crea problemi di alimentazione
  • avere un'intolleranza alle proteine del latte
  • essere prematuro
  • essere alimentato con il biberon invece che con il seno
  • essere celiaco

Uno studio su più di 1.800 bambini ha scoperto che i bambini che sono stati alimentati con un biberon, indipendentemente dal fatto che il biberon contenesse latte materno o in polvere, hanno guadagnato più peso nel primo anno rispetto ai bambini che hanno allattato esclusivamente.

Il pediatra potrà consigliare un range di peso sano per il tuo bambino.


Mamma e papà, state tranquilli!

Come, quando e con cosa nutrire un bambino sono le principali preoccupazioni di ogni genitore, la buona notizia è che la maggior parte dei bambini è abbastanza brava a giudicare quando hanno fame e quando sono pieni, e te lo faranno sapere.

Devi solo presentargli le scelte giuste al momento giusto e prestare attenzione ai loro segnali. Se avete domande o preoccupazioni, il vostro pediatra è lì per aiutarvi lungo la strada.

Sul Farmaciagaudiana.it trovi oltre 3000 prodotti per mamme e bambini, dai un'occhiata alla nostra selezione: CLICCA QUI!
Articoli correlati
13.12.2018
L'importanza di usare detergenti specifici per neonati
23.05.2019
Sole e bambini: Benefici e protezioni
24.10.2019
Routine post-parto: i prodotti che non possono mancare
08.03.2021
Piramide alimentare nei bambini
Commenti: 0
Nessun commento
Rispondi

La tua email non sarà resa pubblica*