Spese di spedizione gratuite per ordini superiori a 49.90€

Perché le zanzare pungono proprio me?! |FarmaciaGaudiana.it

Perché le zanzare pungono proprio me?!

INDICE:



Questo articolo è stato corretto e revisionato dalla Dottoressa Rosa Orlando

Perché le zanzare pungono proprio me?! 

Le zanzare condividono con noi l’estate e sono una presenza costante delle giornate all’aria aperta, degli aperitivi in compagnia e delle calde nottate estive.

Insomma le zanzare ci sono sempre anche se non tutti vengono punti in modo uguale! Scopriamo quali sono le cause che influenzano i morsi di zanzare.

1) Il calore 

Le zanzare sono attratte dal calore! Non è un caso che le zanzare compaiono proprio d’estate, sono infatti insetti molto freddolosi, alla costante ricerca di fonti di calore. 

Proprio per questo motivo, quando devono scegliere chi colpire, il loro istinto le guida verso persone che hanno una temperatura del corpo più alta, prediligendo oltretutto anche le zone del corpo più calde al momento della puntura. 

L’assunzione di bevande alcoliche, per esempio, favorisce l’avvicinamento delle zanzare, proprio perchè l’alcool porta ad un aumento della temperatura corporea.

2) L’anidride carbonica

le zanzare sono in grado di fiutare l’anidride carbonica del nostro respiro fino a 164 metri di distanza. Per questa ragione le persone in sovrappeso o incinte che respirano in modo frequente e affannato sarebbero tra le vittime principali delle zanzare, in quanto hanno uno scambio di O2/CO2 di gran lunga maggiore.

I rimedi naturali contro le puntire di insetti sono la calendula, la lavanda, il tea tree oil e l’aloe vera

3) L’odore della pelle

Anche se non ce ne rendiamo conto, la nostra pelle rilascia moltissime sostanze, alcune delle quali sono in grado di attirare le zanzare. In particolare, le zanzare riescono a percepire l’acido urico, l’ammoniaca e l’acido lattico emessi dal nostro derma. 

Per questa ragione, tra i soggetti più colpiti dalle zanzare, ci sono sicuramente gli sportivi, sia perché durante l’attività fisica c’è un rialzo della temperatura corporea e un aumento della sudorazione, che per il fatto che dopo l’allenamento nei muscoli si forma proprio l’acido lattico. 

Un altro fattore che condiziona l’odore della pelle sono gli ormoni, in particolare quelli steroidei sembrano essere i più apprezzati dalle zanzare.

4) I batteri

Anche i microrganismi batterici che si trovano sulla nostra cute giocano un ruolo fondamentale per le zanzare, infatti i soggetti che hanno una pelle più popolata dai batteri vengono punti di più. Inoltre, zone come i piedi e le caviglie sono quelle in cui è presente una maggior concentrazione di colonie batteriche, ecco perché sono tra i punti più bersagliati.

5) Alimentazione

 L’assunzione di alimenti zuccherini e ricchi di proteine sembra essere un richiamo per questi insetti, così come anche una maggiore concentrazione di colesterolo nel sangue

Come avviene un morso di zanzara? 

C’è da dire innanzitutto che sono solo gli esemplari di sesso femminile a pungerci in quanto sono provviste di un apparato boccale che lo permette e perché il sangue contiene le sostanze nutritive necessarie per lo sviluppo delle uova.

Sono munite di una particolare proboscide seghettata, appuntita ed internamente cava, che funziona come un ago di una siringa. Una volta adagiate sulla nostra pelle, la perforano fino a trovare un capillare.

Le zanzare però, oltre a prelevare il sangue, iniettano nell’organismo la loro saliva che ha la funzione di facilitare l’inserimento della proboscide fungendo da lubrificante ed anestetizzare la zona non permettendoci quindi di avvertire la puntura nel momento stesso in cui avviene. Si tratta però di una sostanza tossica per noi in quanto crea la reazione allergica che si traduce in gonfiore e nel fastidioso prurito post-puntura. 

Inoltra la saliva, che funge anche da anticoagulante in quanto mantiene il sangue fluido durante tutto il tempo della puntura, può essere veicolo di malattie come la malaria.

il calore, l’odore della pelle e l’alimentazione sono cause dei morsi di zanzare

Creme e gel naturali per il trattamento delle punture di zanzare

  • Calendula : La calendula è una pianta originaria del Nord Africa che contiene principi attivi dal potere calmante e lenitivo sulla pelle e dunque aiuta a non provare i fastidi tipici delle bolle di insetti. Inoltre ha capacità cicatrizzanti in quanto favorisce la produzione di fibrina per la rigenerazione dei tessuti.
  • Aloe Vera: L’aloe vera evita che la bolla si gonfi e aiuta la rigenerazione della pelle. In particolare, il gel di aloe vera massaggiato sulla zona interessata allevia il dolore in pochi minuti e lascia la pelle priva di segni o infezioni.
  • Tea Tree Oil: Estratto dalla pianta di Malaleuca, il tee tre oil è considerato il cortisone naturale. Può essere usato come post-puntura semplicemente applicandone una goccia tramite cotton fioc sulla zona colpita dall’insetto per alleviare il prurito e il rossore in quanto ha proprietà antibatteriche, lenitive, antifunginee ed infiammatorie, oltre ad essere ottimo anche per tenere lontane le zanzare.
  • Olio essenziale di lavanda: L’olio di lavanda grazie al suo profumo molto intenso viene da sempre utilizzato come repellente per gli insetti, inoltre ha proprietà lenitive e decongestionanti per le punture.

Conclusioni e curiosità 

D’ora in poi quindi, più che parlare di sangue dolce o sangue amaro, bisogna proprio pensare a tutti questi fattori per comprendere come mai siamo scelti dalle zanzare rispetto ad altre persone che ci circondano.

Ti sveliamo infine una curiosità: lo sai perché le candele a base di citronella funzionano contro le zanzare?

Il profumo della citronella non infastidisce minimamente le zanzare, tuttavia è più forte rispetto a quello emesso dall’uomo che quindi viene coperto dall’odore della candela, rendendoci olfattivamente invisibili per questi insetti. Inoltre, il calore della fiamma disorienta la ricerca del bersaglio.


Prodotti correlati
Commenti: 0
Nessun commento
Rispondi

La tua email non sarà resa pubblica*