Spese di spedizione gratuite per ordini superiori a 49.90€

Mal d'orecchi: Cause e rimedi - FarmaciaGaudiana.it

Mal d'orecchi: Cause e rimedi
Questo articolo è stato corretto e revisionato dal Dottor Carmine Pezzullo

Il mal d’orecchio (otalgia) è un disturbo che, se acuto e invalidante, necessita un controllo medico che escluda disturbi importanti. Quando invece si presenta nella sua forma lieve o moderata (molto più comune) possiamo rifarci a diverse strategie utili per mandare via il dolore e vivere meglio.

Cause

Prima di passare a capire come trattare questo tipo di disturbo, è necessario tener presente che, in alcuni casi, la causa del dolore non è da ricercare nell’apparato uditivo, ma può provenire anche dal cavo orale o nasale.

Tra le cause principali, si trovano:

  • Disturbi esantematici.
  • Disturbi del cavo orale.
  • Malformazione nell’articolazione mandibolare.
  • Infezione alla parte interna dell’orecchio.
  • Colpi di freddo.
  • Disturbi orofaringei.
  • Ingrossamento delle adenoidi.
  • Infiammazione del nervo trigemino.

Prevenzione e cura

È sicuramente importante pulire le orecchie detergendo esclusivamente il padiglione auricolare con acqua tiepida e sapone neutro e risciacquando con cura i residui di sapone o schiuma. È bene evitare l’ausilio di bastoncini di cotone, che possono favorire la formazione di un tappo o anche causare lesioni al condotto uditivo o alla membrana timpanica.

Se si è soggetti all’accumulo di cerume oppure quando si praticano sport acquatici con costanza e si crea ristagno, la pulizia quotidiana delle orecchie può essere eseguita con spray auricolari che rimuovono eventuali eccessi di cerume ed evitano ristagni di liquidi.

Per trattare il dolore auricolare, ci si può rifare al calore, che è un vero e proprio toccasana per rimediare rapidamente al problema: un canovaccio con del sale leggermente riscaldato in padella al suo interno (senza superare i 30/35 gradi di temperatura), sarà un ottimo rimedio.

Per quel che riguarda la cura, le gocce auricolari a base di antidolorifici possono essere utilizzate per qualche giorno e non devono essere assolutamente assunte da individui che potrebbero avere un timpano perforato.

Anche la natura può darci una mano nel ridurre il mal d’orecchio. Ci si può rifare a:

  • Zenzero: analgesico naturale, introdurre 3 gocce di succo di zenzero e poi asciugare con un batuffolo di cotone.
  • Olio essenziale di lavanda: un paio di gocce di olio essenziale miscelate con olio di oliva e applicate su una pallina di cotone che poi va appoggiata delicatamente all’entrata dell’orecchio al massimo per un’ora.
  • Olio d’oliva: scaldato e intiepidito, appoggiato su un cotton fioc o in gocce e applicato all’ingresso dell’orecchio per non troppo tempo.
  • Aglio: da applicare insieme all’olio d’oliva per ridurre le eventuali infiammazioni.

Nei casi più gravi i medici potrebbero consigliare l’assunzione di un antidolorifico per via orale oppure un antinfiammatorio non steroideo (FANS) o paracetamolo.


Visita la nostra sezione dedicata ai Farmaci da Banco specifici per il Mal d'orecchio e trova il prodotto che fa per te!

Se desideri approfondire l’argomento oppure porre semplicemente qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

  • 20/ 12/ 2021
  • Categoria: Salute
  • Commenti: 0
Commenti: 0
Nessun commento
Rispondi

La tua email non sarà resa pubblica*