Denti sensibili: cause e rimedi | farmaciagaudiana.it

Spese di spedizione gratuite per ordini superiori a 49.90€
Denti sensibili: cause e rimedi

Denti sensibili: cause e rimedi


Dai un'occhiata ai prodotti che possono aiutarti quotidianamente nella tua Igiene Orale!

Avere i denti sensibili significa spesso dover sopportare un disturbo molto fastidioso, dai medici definito anche come ipersensibilità dentinale. È abbastanza comune e può manifestarsi nel corso della vita oppure essere conseguente ad altri disturbi.

 

Cause

L’ipersensibilità dentinale può comparire per svariati motivi. Solitamente è dovuta all’usura dello smalto o alla presenza di una radice esposta, ma può anche essere conseguente ad altri fattori come:

  • carie;
  • incrinatura del dente in conseguenza a un trauma;
  • eccesso o accumulo di tartaro;
  • recessione gengivale conseguente a parodontite;
  • ipersensibilità, bassa soglia del dolore.

 

Rimedi

Su tutti, per cominciare ad arginare la situazione, l’uso di un dentifricio la cui formulazione è indicata per denti sensibili è il primo step da compiere: tra quelli che si possono trovare in farmacia, se ne trovano alcuni che alleviano rapidamente il dolore, basta chiedere consiglio al farmacista.  

I principi da ricercare sono lo stronzio acetato e il fluoro, elementi che agiscono formando una barriera sulla superficie della dentina che ottura i tubuli dentali. Tale barriera protettiva non consente agli stimoli, come caldo e freddo, di arrivare fino alle terminazioni nervose.

Sarebbe ancor meglio utilizzare uno spazzolino a setole morbide, per rispettare la salute delle gengive; se ne possono trovare anche di ideati appositamente per i denti sensibili, in genere molto delicati ed efficaci contro accumuli di placca.

Quando la sensibilità dentale è dovuta da una radice esposta, il dentista è solito intervenire in due modi:

  • apponendo una resina adesiva per sigillare l’area attorno al dente;
  • inserendo un innesto gengivale, soprattutto quando la sensibilità è causata da una perdita di tessuto della gengiva.

Prevenire l’ipersensibilità dentinale è molto facile, basta seguire alcune semplici buone pratiche:

  • seguire una buona igiene orale (lavare i denti tre volte al giorno);
  • cambiare lo spazzolino al massimo ogni due mesi;
  • non spazzolare i denti troppo energicamente;
  • utilizzare sempre filo interdentale e collutorio;
  • non esagerare con cibi ad alto contenuto di zuccheri e con le bevande acide.

Se hai qualche dubbio oppure vuoi semplicemente approfondire l’argomento, contattaci. Il nostro team di professionisti è a tua totale disposizione.

  • 16/ 09/ 2020
  • Categoria: Benessere
  • Commenti: 0
Commenti: 0
Nessun commento
Rispondi

La tua email non sarà resa pubblica*