Spese di spedizione gratuite per ordini superiori a 49.90€

Crampi notturni - FarmaciaGaudiana.it

Crampi notturni

INDICE:

Questo articolo è stato corretto e revisionato dal Dottor Carmine Pezzullo

Crampi notturni

Un crampo è causato da una contrazione muscolare involontaria, parossistica e dolorosa, a carico di uno o più muscoli. I crampi possono colpire i muscoli anche durante la notte, facendo avvertire un dolore improvviso ai piedi, ai polpacci o alle gambe, che può durare anche per più minuti.

I crampi notturni sono contrazioni muscolari involontarie, improvvise e transitorie, che si manifestano come fitte dolorose molto intense e, generalmente, immobilizzano la parte colpita e fanno svegliare di colpo chi ne soffre.

Negli individui di mezza età e negli anziani, possono presentarsi spesso e anche a riposo mentre, nei più giovani, la contrazione avviene solitamente dopo aver praticato dello sport. In genere si verificano prevalentemente quando i muscoli sono freddi e la circolazione è scarsa, in altri casi si verificano durante un allenamento e spesso sulla fatica dovuta a carichi di lavoro e sforzi fisici che portano ad un inevitabile stress muscolare e quindi, talvolta, a crampi.

Cause dei crampi

Le cause che portano a crampi possono essere relative all’attività svolta oppure a carenze e/o squilibri di alcuni elementi nel nostro organismo, come potassio e sodio o calcio e magnesio. Quando si presentano la notte, o comunque a riposo, sono spesso dovuti a una carenza di sali minerali nell'organismo, generalmente conseguente ad un'eccessiva sudorazione oppure a una scarsa idratazione, soprattutto lungo il corso della bella stagione.

Tra le altre cause dei crampi muscolari bisogna annoverare anche vari fattori o condizioni che possono incrementare il rischio di spasmo, tra cui:

  • Affaticamento dei muscoli dovuto a lavori o sforzi fisici al di sopra delle proprie capacità, soprattutto con il caldo;
  • Tensione dei muscoli del polpaccio;
  • Stessa posizione mantenuta troppo a lungo.

Se compaiono con una certa frequenza, i crampi notturni potrebbero segnalare, in particolare, una carenza o uno squilibrio di magnesio o di altri sali minerali.

In casi più specifici, come nei soggetti sportivi, anche agonisti, il manifestarsi di crampi muscolari è quasi sempre conseguenza di un determinato affaticamento psicofisico, a ingenti perdite di glicogeno muscolare, a carenza di calcio e perdite di ATP, ossia di adenosintrifosfato che è la principale fonte energetica che le cellule utilizzano per le varie funzioni dell’organismo che richiedono energia.


Dai un'occhiata ai prodotti consigliati dai nostri farmacisti per una corretta integrazione di Sali Minerali e Magnesio!


Cosa Fare? Ecco alcuni rimedi per prevenire i crampi

Ci sono due tipi di esercizi possibili, gli esercizi da eseguire durante un episodio di crampi per attenuare il dolore e interrompere il fenomeno e gli esercizi da fare durante il giorno per ridurre la frequenza degli attacchi, che colpiscono soprattutto gli anziani.

È facile capire quanto sia difficile, date le numerose circostanze che possono portare a crampi, prevenirli. Il primo passo, come per tanti altri disturbi o fastidi relativi ai muscoli, così come a buona parte del nostro corpo, è seguire una dieta equilibrata ricca di calcio e vitamina D (necessaria per il suo assorbimento), li troviamo nei seguenti alimenti: le verdure a foglia verde, il latte, il formaggio, lo yogurt, il fegato, il tuorlo d’uovo, alimenti a base di sesamo. L’ananas, le banane e i finocchi sono molto importanti, in quanto molto ricchi di potassio.

Inoltre, è utile bere molta acqua, prima, durante e dopo ogni attività fisica ed eseguire un buon riscaldamento muscolare prima di ogni allenamento.

Appena si avverte il dolore, ad esempio quando un crampo colpisce un polpaccio, è consigliato agire in questo modo:

  • Camminare sui talloni per qualche minuto.
  • Estendere la gamba e flettere il piede in alto, piegandolo alla caviglia in modo che le dita puntino verso il mento.

Il lavoro da svolgere invece per evitare che i crampi compaiano nuovamente, sempre prendendo come esempio i crampi al polpaccio, è:

  • Posizionarsi ad un metro da una parete all'inpiedi;
  • Mantenere i piedi ad un metro dal pavimento le piante completamente a contatto con il suolo, e piegarsi in avanti affinché le mani non tocchino la parete;
  • Ripetere più volte l'esercizio sostando almeno 5 secondi per volta e se possibile almeno due volte al giorno.

Il magnesio contro i crampi

In caso di crampi muscolari il magnesio può quindi aiutare ad alleviare con successo i sintomi. È un nutriente fondamentale, che aiuta a produrre energia indispensabile all'organismo, in quanto partecipa al metabolismo degli zuccheri, delle proteine, dei grassi e dei carboidrati; la sua azione agisce direttamente sul fisico, promuovendo un’attività corretta ed efficiente degli enzimi, che sono i catalizzatori di determinate reazioni chimiche fondamentali nell’organismo.

Un adeguato apporto di minerali e soprattutto di magnesio è fondamentale per una corretta trasmissione degli stimoli tra le cellule nervose. I crampi dovuti alla carenza di magnesio possono generalmente essere trattati mediante un adeguato apporto di questo minerale.

Magnesio supremo  -  ACQUISTA QUI

È un integratore alimentare di magnesio carbonato e acido citrico in polvere, da sciogliere in acqua per essere convertito in magnesio citrato, che risulta facilmente e rapidamente assimilabile dall’organismo. Utile per contrastare stanchezza e affaticamento specialmente nei periodi di maggiore stress psico-fisico, sostiene, inoltre, il fisiologico funzionamento della muscolatura e del sistema nervoso.


Se vuoi approfondire l’argomento oppure porre qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

  • 16/ 07/ 2020
  • Categoria: Salute
  • Commenti: 0
Commenti: 0
Nessun commento
Rispondi

La tua email non sarà resa pubblica*