Gengivite: cosa è e come la si contrasta | farmaciagaudiana.it

Spese di spedizione gratuite per ordini superiori a 49.90€
Gengivite: cosa è e come la si contrasta

Gengivite: cosa è e come la si contrasta


Cosa è la gengivite

Si parla di gengivite quando c’è un’infiammazione del tessuto gengivale, in genere conseguente ad una insufficiente o scorretta igiene orale.

I sintomi più comuni sono:

  • Gengive gonfie e doloranti.
  • Colore delle gengive che da rosa diventa rossastro.
  • Sanguinamento, specialmente quando si utilizza lo spazzolino.


A cosa è dovuta

Tra le cause principali di comparsa di gengivite, troviamo i batteri, che attaccano il sistema immunitario e i tessuti gengivali, portando, in tal modo, all’infiammazione.

La cattiva o scorretta igiene orale porta spesso a lasciare residui di cibo tra i denti, portando alla formazione della cosiddetta placca batterica. A questa possono aggiungersi altri problemi che abbassano le difese del sistema immunitario, supportando l’azione infiammante dei batteri. Altre cause sono:

  • L’assunzione di determinati farmaci che combattono il raffreddore, quelli per l’ipertensione o gli antidepressivi che abbassano la produzione di saliva, processo che porta anch’esso alla formazione di placca batterica.
  • Gravidanza, menopausa, età dello sviluppo, stress e stati depressivi portano le gengive ad essere più deboli a causa del minore afflusso di sangue.
  • Carenza di vitamina C e B.
  • Il fumo è anch’esso responsabile di molti problemi alle gengive.



Collegamento tra Gengivite e Parodontite

Spesso la gengivite rappresenta la forma d'esordio di altre malattie come parodontite, piorrea, parodontosi o parodontopatia.
Se trascurata e non curata, la gengivite comporta una retrazione del normale solco gengivale, fino a formare le cosiddette tasche parodontali che sono degli spazi anomali che si aprono tra i denti e la parete di gengive che solitamente aderisce ai denti stessi.
La tasche parodontali rappresentano un problema, perché in esse possono accumularsi indisturbati i batteri della placca dentaria; indisturbati, in quanto questa cavità tra dente e gengiva è irraggiungibile dalla saliva (che potrebbe agire da sostanza antibatterica) e dai farmaci.
A lungo andare, l'accumulo della placca nelle tasche parodontali fa sì che i batteri si insinuino sempre più verso le ossa che sostengono i denti (parodontite); una volta raggiunte le ossa alla base dei denti, i batteri intaccano anche queste, fino a causare mobilità dei denti stessi e, in casi estremi, la loro caduta.


Rimedi

La prevenzione è la strada migliore per scongiurare la comparsa della gengivite: il nostro consiglio è sicuramente quello di effettuare una pulizia dei denti ogni sei mesi dal dentista per rimuovere tartaro e placca batterica, insieme all’adozione di una corretta igiene orale, che consta dell’utilizzo del filo interdentale alla fine di ogni pasto, collutorio e un corretto utilizzo dello spazzolino.

Tra i rimedi naturali, troviamo la salvia e il limone, da utilizzare per la preparazione di un infuso col quale effettuare tre sciacqui della bocca al giorno di almeno un minuto l’uno. Il bicarbonato di sodio, invece, può essere strofinato delicatamente sulle gengive con una garza sterile. Risciacqui con la tintura di propoli oppure con una soluzione salina preparata in casa sono tra i rimedi più utilizzati: uno al mattino ed uno alla sera prima di andare a dormire. 
Tra i prodotti farmaceutici che vengono utilizzati più di frequente troviamo:


Se vuoi approfondire l’argomento, contattaci. Il nostro team di professionisti è a tua completa disposizione.

Prodotti correlati
Commenti: 0
Nessun commento
Rispondi

La tua email non sarà resa pubblica*