Spese di spedizione gratuite per ordini superiori a 49.90€

Come sbiancare i denti - FarmaciaGaudiana.it

Come sbiancare i denti
Questo articolo è stato corretto e revisionato dalla Dottoressa Rosa Orlando

Come sbiancare i denti?

Siamo in tanti a desiderare dei denti bianchi e un sorriso smagliante per tutta la vita e con il minimo sforzo, ma quanti sanno veramente come sbiancare i denti?

Purtroppo, non è sempre facile e, soprattutto, avere denti bianchi non è necessariamente sintomo di denti sani e puliti. Prima di rifarsi a un trattamento sbiancante, naturale o chimico, è fondamentale eseguire una visita odontoiatrica mirata, dopo la quale sarà il dentista a indicare se è opportuno eseguire lo sbiancamento denti e quale tipologia adottare.

Sbiancante naturale o chimico? Quale è meglio?

Tutti siamo alla ricerca del miglior sbiancante per denti.

Lo sbiancamento naturale dei denti è sicuramente il metodo più economico rispetto al bleaching chimico, ovvero lo sbiancamento dentale professionale effettuato con perossido di idrogeno o altri schiarenti di matrice chimica.

I rimedi naturali adoperati in passato per sbiancare i denti sono tutt’oggi molto efficaci e largamente utilizzati per migliorare l'estetica del proprio sorriso. Certo, anche tra i trattamenti di sbiancamento naturale c’è differenza: alcuni di essi sono delicati e più economici, mentre altri risultano più aggressivi e possono danneggiare smalto dei denti.

In sostanza, che siano naturali o chimici, è sempre importante utilizzarli con moderazione e prudenza. Generalmente, i rimedi naturali possono presentare diversi rischi e causare danni, in particolar modo quando messi in pratica da persone che non conoscono a fondo le proprietà dei principi naturali impiegati.

Come sbiancare i denti velocemente?

Il bicarbonato di sodio è sicuramente tra i rimedi casalinghi e naturali più noti ed efficaci per sbiancare i denti. La sua azione sbiancante avviene per abrasione quando aggiunto a poca acqua: il bicarbonato agisce come una pasta dentifricia sbiancante naturale per denti, la cui efficacia può essere potenziata aggiungendovi un po’ di succo di limone.

L’utilità di questo sbiancante naturale per denti è nota da tempo, non per nulla lo si ritrova spesso nei dentifrici per esplicare un effetto sbiancante naturale. Purtroppo, come anticipato nel paragrafo precedente, anche un rimedio naturale ha le sue controindicazioni: pochi sanno che un utilizzo esagerato del bicarbonato può arrecare danni come sanguinamento gengivale, ipersensibilità e alterazioni della flora batterica orale.

Tra le soluzioni rapide a base chimica, troviamo le strisce sbiancanti: sono delle strisce in poliestere, contenenti una sostanza chimica che si attiva al contatto con i denti, rimuovendo i residui organici e portando a denti bianchi in 2 minuti. Rispetto ad altri prodotti chimici hanno un’ottima efficacia, ma possono intaccare la salute dello smalto, in caso di utilizzo reiterato. È bene considerare sempre le condizioni di salute dei denti ed essere sicuri che non vi siano placca e tartaro sulla loro superficie.

Quali sono i migliori prodotti in farmacia per sbiancare i denti?

Quando ci si rivolge al dentista per uno sbiancamento dei denti duraturo, l’operazione viene spesso eseguita con del perossido di idrogeno oppure potrebbero essere fornite delle mascherine e del gel per realizzarlo in autonomia a casa.

Tra i prodotti sbiancanti per denti, il perossido di idrogeno non può essere impiegato nello sbiancamento dentale fai da te con la stessa concentrazione con cui lo usa il dentista, anche se in commercio si trovano diversi prodotti che aiutano a sbiancare i denti in autonomia con o senza perossido di idrogeno come principio attivo.

Oltre che delle strisce di cui sopra, per evitare di andare alla ricerca di sbiancante per denti farmacia per farmacia, ci si può concentrare sulla ricerca di:

Top Dentifrici sbiancanti?

Si tratta di una tipologia di prodotto formulata con un mix di principi naturali e di sostanze chimiche. Vediamo i migliori dentifrici sbiancanti:

  • Forhans White Dentifricio Sbiancante con sali di fluoro e pirofosfati, formula ad abrasività controllata. Permette di rimuovere, dallo smalto dei denti, tutte quelle sostanze di deposito quali tracce di nicotina, tartaro. Contro le carie e contro gli agenti acidi formati dai batteri, contenuti nella placca dentale.
  • Vitis Whitening Dentifricio Sbiancante che grazie alla sua formula esclusiva, sbianca efficacemente i denti, ripristina il loro bianco naturale e la lucentezza senza danneggiare lo smalto. Contemporaneamente previene la sensibilità dentinale. Evita l'accumulazione di placca dentale e residui di alimenti, aiutando a prevenire la formazione del tartaro.
  • Blanx Dentifricio Coco White Al Cocco Sbiancante ha proprietà antiplacca e lenitive per denti naturalmente bianchi e gengive sane. Il gusto fresco e delicato cocco-menta dona una sensazione dolce e piacevole. I Licheni Artici, le Silici e i Sali di Fluoro completano una formulazione unica per una pulizia approfondita e un'intensa azione sbiancante.
  • Az 3d Ultrawhite Dentifricio Sbiancante ad azione rapida, rimuove fino all'80% di macchie. Rinforza e protegge i denti con risultati visibili in poco tempo

L’unico aspetto da tener presente è che lo sbiancamento denti fai da te con tali tipi di prodotti non produrrà risultati se c’è troppa placca. In tali condizioni il consiglio è di eseguire prima una profonda pulizia dentale da un professionista.

Mascherine con gel sbiancanti, funzionano?

È uno sbiancante per denti professionale che ha la forma di una dentiera e va applicato ricoprendo completamente la superficie dei denti per diverse ore, dopo aver applicato un gel che agisce sullo smalto nella mascherina. Si tratta di una metodologia facile e vantaggiosa per chi non ha abbastanza tempo per sbiancare i denti. I gel che si trovano in questi kit sono spesso a base di perossido di idrogeno o di perossido di carbammide. Quest’ultimo è più delicato è comporta un minore rischio di intaccare lo smalto.

Cosa sapere prima di sbiancare i denti?

Se sono presenti carie, gengiviti, disturbi del cavo orale o ipersensibilità dentale, lo sbiancamento dei denti può essere eseguito esclusivamente dopo aver trattato il disturbo che c’è alla base.

Quindi, prima di iniziare uno sbiancamento denti in casa, è importante sottoporsi periodicamente all'igiene dentale professionale e, almeno una volta all'anno, al controllo odontoiatrico.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure porre qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

  • 13/ 10/ 2022
  • Commenti: 0
Commenti: 0
Nessun commento
Rispondi

La tua email non sarà resa pubblica*