Spese di spedizione gratuite per ordini superiori a 59,90€

Come fluidificare i muchi? | FarmaciaGaudiana.it

Come fluidificare i muchi?
Questo articolo è stato corretto e revisionato dal Dottor Carmine Pezzullo

Come fluidificare i muchi? 

La tosse grassa, nota anche come tosse produttiva, rappresenta una risposta naturale del corpo alla presenza di muco nelle vie respiratorie superiori, ed è quindi una conseguenza della necessità del corpo di espellere i patogeni intrappolati nei muchi.

Nel trattamento di questa condizione, l'obiettivo primario è favorire l'espulsione del catarro e, a tal fine, gli sciroppi risultano essere la scelta più efficace e rapida, in quanto formulati con principi quali acetilcisteina, ambroxolo e carbocisteina, particolarmente indicati per il trattamento della tosse grassa. Si tratta di dispositivi medici che agiscono riducendo la viscosità del muco, facilitandone l'eliminazione e, alcuni di essi, presentano anche un effetto antitussivo, limitando la produzione di muco.

Ma ci sono anche rimedi naturali che possono coadiuvare il trattamento della tosse grassa, oltre che poter essere efficaci anche da soli, quando la tosse non è troppo intensa.

Sciroppi mucolitici

Nella scelta dello sciroppo giusto, si consiglia di consultare un professionista della salute o il farmacista, soprattutto quando la tosse interessa i più piccoli: un adeguato consiglio medico può anche essere prezioso per individuare lo sciroppo più adatto per un adulto, garantendo un trattamento efficace per il tipo di condizione da cui si è colpiti.

I mucolitici sono farmaci capaci di rendere più fluidi i liquidi mucosi presenti nelle vie respiratorie: queste secrezioni sono solite presentarsi con la tosse grassa e l'azione dei mucolitici consiste nel ridurre la loro viscosità, facilitandone l'escrezione attraverso i colpi di tosse e i movimenti involontari delle superfici interne dell'apparato respiratorio.

L'utilizzo di mucolitici è cruciale non solo per sciogliere il catarro ma anche per favorire la guarigione dal disturbo, poiché la permanenza di batteri nell'organismo potrebbe peggiorare l'infezione in corso, ragion per cui i farmaci espettoranti possono essere fondamentali per guarire rapidamente.

Per quanto riguarda gli altri farmaci, esistono diverse opzioni, inclusi aerosol espettoranti, che possono essere somministrati tramite inalazione.

Rimedi naturali

Esistono diverse soluzioni naturali per ridurre la presenza di catarro, fluidificandolo ed espellendolo. Si parte da una buona idratazione generale, bevendo quantità adeguate di acqua, fino all’assunzione dei mucolitici naturali che possono essere impiegati sia a scopo curativo, stimolando l'espulsione delle secrezioni, sia a scopo preventivo, come le tisane alla salvia, l'olio essenziale di timo, i vapori e il miele.

I rimedi naturali contro la tosse grassa sono molto utili al fine di coadiuvarne il trattamento, e constano di pratiche come l'assunzione di infusi con miele e limone, insieme a infusi di malva, anice e liquirizia, che contribuiscono a ridurre l'infiammazione e a favorire lo scioglimento del catarro, agevolandone l'espulsione. Più nello specifico, la tisana al miele e al limone con la malva è particolarmente benefica durante i raffreddamenti invernali: oltre alla vitamina C, che supporta il sistema immunitario contro le infezioni, l'aggiunta di malva è benefica grazie alle sue mucillagini, che aiutano a ridurre la sensazione di compressione, creando una barriera naturale sulle mucose e alleviando l’infiammazione.

Ma anche l’alimentazione può giocare un ruolo di rilievo nel combattere la tosse: alimenti come aglio, zenzero, curcuma, anice e liquirizia, sono noti per le loro proprietà antibatteriche e sciogli-catarro.

Per affrontare il catarro, quindi, è consigliato:

  • Bere molte bevande calde per mantenere l'idratazione e fluidificare il muco.

  • Mantenere un ambiente umido se il clima è secco, specialmente durante la notte, con l'uso di umidificatori.

  • Beneficiare dei vapori attraverso suffumigi, che hanno un'azione emolliente e decongestionante.

  • Effettuare lavaggi nasali con soluzioni ipertoniche o acqua termale per facilitare la fluidificazione e l'eliminazione del muco.

  • Utilizzare aerosol con soluzioni saline o acqua termale per favorire l'eliminazione del catarro, specialmente quando presente nelle vie aeree più profonde.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure porre qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

  • 02/ 01/ 2024
  • Categoria: Salute
  • Commenti: 0
Commenti: 0
Nessun commento
Rispondi

La tua email non sarà resa pubblica*