Spese di spedizione gratuite per ordini superiori a 49.90€

Capelli che si spezzano? Scopriamo perché

Capelli che si spezzano? Scopriamo perché

Quando i capelli si spezzano, le cause sono da indagare in diversi aspetti che possono stressarli e indebolirli. Proprio per questo, quando ci si prende cura della propria chioma, bisogna tener presente diverse buone pratiche, che coinvolgono sia le proprie abitudini personali che i trattamenti benefici volti a rinforzare il capello.

Ma andiamo per gradi e cerchiamo di capire insieme quali sono le cause che portano i capelli a spezzarsi, per poi analizzare le diverse azioni da mettere in atto per prendersene cura.

Le cause dei capelli spezzati

Le aggressioni atmosferiche e l’inquinamento mettono a dura prova i capelli, rendendoli fragili, indeboliti e spenti: vento, umidità, piogge e smog sono i nemici numeri uno per la salute dei nostri capelli. A esse si sommano spesso anche le colorazioni frequenti, i lavaggi troppo frequenti o eseguiti con prodotti aggressivi, oltre all’utilizzo smodato di piastre e arricciacapelli.

Specialmente quando l’estate volge al termine, è possibile che la chioma appaia più secca e fragile del normale: il tutto perché trascorrendo più tempo all’aria aperta, si subisce l’azione aggressiva di raggi solari, vento, salsedine e cloro delle piscine.

La fragilità e la conseguente tendenza alla rottura dei capelli possono anche essere conseguenza di una carenza di principi nutritivi, gli stessi che, se assunti quotidianamente attraverso la dieta, possono aiutare a rinforzare la chioma e che analizziamo insieme in seguito.

Il tutto, può portare a una rottura frequente, in quanto i capelli potrebbero presentarsi molto secchi e privi della loro naturale elasticità, il che li porta a spezzarsi mentre li si pettina o li si sta preparando per un’acconciatura.

Trattamenti efficaci per i capelli

Per donare nuova vita ai capelli, è bene cominciare dalla scelta dei prodotti, che devono essere delicati e formulati con ingredienti naturali.

I principi vegetali che possono dare manforte nel ristrutturare i capelli sfibrati e danneggiati sono diversi: tra essi troviamo l’olio di argan, le proteine del grano e l’olio di mandorle dolci che, nello specifico, apportano nutrimento.

Il burro di karité, tra i tanti, è ricco di acidi grassi essenziali, vitamina A ed E, ed è ideale per i capelli quando appaiono molto secchi: va applicato prima dello shampoo e tenuto in posa almeno 5 minuti per poi essere risciacquato.

Un altro prodotto efficace è l’olio di semi di lino, in quanto benefico per ricostruire la barriera idro-lipidica del capello, nutrire il fusto, apportare morbidezza e far dimenticare quell’effetto paglia tipico di fine estate. Basta utilizzarne qualche goccia per massaggiare delicatamente tutta la chioma e pettinare i capelli per stenderlo uniformemente e lasciarlo in posa per circa una decina di minuti.

La cura dei capelli, in generale, dovrebbe prevedere una applicazione di un impacco o maschera idratante 1 o 2 volte alla settimana, a seconda anche del tipo di capello, al fine di mantenerli nutriti e idratati a fondo.

Non bisogna dimenticare quanto le piastre, gli arricciacapelli e un utilizzo smodato del phon possano indebolire i capelli e, quindi, risulta importante ridurre al minimo le volte in cui ne facciamo uso, oltre a mantenere il phon a basse temperature e non avvicinarlo troppo ai capelli quando lo si utilizza.

Alimentazione e integrazione

Come anticipato, la fragilità, la sottigliezza e la tendenza alla rottura dei capelli possono anche essere conseguenza di una carenza di principi nutritivi. In genere, è possibile assumere tali principi in maniera regolare attraverso la dieta o, nei casi di carenza più grave, da integratori formulati ad hoc, che danno un ottimo supporto nell’irrobustire i capelli e nel curarne il benessere.

Procedendo per ordine, troviamo la Vitamina A, essenziale per preservare il corpo dai processi legati all’invecchiamento e che, quindi indeboliscono diversi tessuti: la si trova nel tuorlo d’uovo, nei pesci grassi, nelle verdure a foglia verde e nel fegato.

La Vitamina B1 sostiene lo sviluppo dei capelli e dona robustezza ed è presente in buone dosi nei legumi, mentre la B2 corrobora la produzione di sebo ed evita la secchezza: la si trova nelle uova, nei broccoli, nei fagiolini e nei latticini. La Vitamina B5 è essenziale per fortificare il fusto del capello e ne corrobora la ricrescita e la si trova in uova, arachidi, funghi e fegato, mentre la B9 (nota anche come acido folico) è essenziale per la sintesi delle proteine, tra cui la cheratina, la cui carenza porta alla caduta: è presente in verdure a foglia verde, nelle arance, nei legumi, nei cereali e nel fegato.

La Vitamina E è indispensabile per combattere l’azione dei radicali liberi, responsabili del deterioramento cellulare e della rottura dei capelli: la si trova negli oli vegetali e nei cereali integrali.

Oltre alle vitamine, ci sono anche altri elementi la cui carenza è da evitare o da compensare, nell’eventualità, con l’alimentazione o con integratori: su tutti, lo Zinco stimola l’attività delle cellule germinative e la crescita dei capelli ed è presente soprattutto nel fegato e nel pesce. Lo Zolfo è molto importante per evitare che i capelli si indeboliscano, oltre a garantirne flessibilità ed elasticità: lo si trova in buone dosi nel manzo, nel pollo, nel pesce, nelle uova e nei legumi.

Troviamo poi cistina e lisina, che supportano la sintetizzazione della cheratina, la proteina che costituisce e rinforza i capelli, e le si integra assumendo le giuste dosi di carne e pesce. Taurina e arginina, in ultimo, sono essenziali per alimentare i bulbi piliferi e quindi per rinforzare il capello, apportando volume e resistenza alla corteccia: ne sono ricche le carni rosse, le uova e il pesce.

Se vuoi approfondire l’argomento o hai qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

  • 30/ 08/ 2022
  • Commenti: 0
Commenti: 0
Nessun commento
Rispondi

La tua email non sarà resa pubblica*