Il bruciore di stomaco spiegato bene | farmaciagaudiana.it

Spese di spedizione gratuite per ordini superiori a 49.90€
Il bruciore di stomaco spiegato bene

Il bruciore di stomaco spiegato bene


Il bruciore di stomaco, meglio noto come gastrite, è un disturbo molto comune i cui sintomi si alleviano, solitamente, grazie a semplici modifiche delle abitudini alimentari.

Si tratta di un’infiammazione della mucosa che ricopre lo stomaco, che può essere danneggiata da vari fattori che la indeboliscono, per cui i succhi gastrici che servono alla digestione la penetrano, infiammandola.


Cause

Le cause che portano a bruciore possono essere di diverso tipo:

  • Abuso di alcol, che erode la mucosa gastrica.
  • Abuso di caffè, che aumenta la produzione di acido da parte dello stomaco.
  • Il fumo di sigarette, la nicotina è lesiva per le pareti dello stomaco.
  • La prolungata assunzione di medicinali gastro-lesivi come aspirina, farmaci antinfiammatori steroidei e cortisonici.
  • Gli alimenti irritanti per lo stomaco come i cibi piccanti, le spezie, i fritti, il cioccolato e i cibi da fast-food.
  • Stress, nervosismo, ansia e tensioni emotive incrementano la secrezione acida dello stomaco.

In ultimo, ma non meno importante, la contrazione dell’Helicobacter Pylori è causa della gastrite cronica.


Rimedi naturali

Rispettare delle sane abitudini a tavola può sicuramente aiutare a far andar via il disturbo e a evitarne il ripresentarsi, soprattutto se vi si affianca l’assunzione di:

  • Infuso di malva, ricco di mucillagini, che proteggono le pareti dello stomaco e riducono l’infiammazione.
  • Acqua di cocco, svolge un’azione emolliente e antinfiammatoria per la mucosa gastrica.
  • Tisana di camomilla per ridurre gli spasmi, contrastare i disturbi digestivi, proteggere e alleviare l’infiammazione dele mucose.
  • Radice di liquirizia protegge lo stomaco e risulta efficace contro la gastrite.

Cosa mangiare

Alcuni cibi in particolare sono consigliati per chi soffre di bruciore di stomaco, soprattutto se cotti al vapore o al forno.
In particolare sono ben tollerati:
  • Yogurt
  • Patate lesse
  • Finocchi
  • Riso
  • Carne bianca
  • Pesce
  • Zucchine
  • Frutta non acida (Mele o Albicocche)

Bruciore di stomaco in gravidanza

Uno dei disturbi più comuni in gravidanza è il bruciore di stomaco, che si verifica soprattutto nell'ultimo trimestre prima del parto. 
I fattori scatenanti del bruciore di stomaco in gravidanza sono principalmente due:
  • Gli ormoni: gli ormoni prodotti dalla placenta, ad esempio il progesterone, rilassano la mosculatura liscia  per attenuare le contrazioni, ma allo stesso tempo rilassano anche la muscolatura dell'esofago e della valvolaposta tra l'esofago e lo stomaco, che ha la funzione di impedire la risalita degli acidi dallo stomaco all'esofago.
  • Le dimensioni dell'utero:L'aumento delle dimensioni della pancia causa una spinta sullo stomaco, rendendo anche in questo caso meno efficace la funzione della valvola.

Digersol stop-acid

Quando l’adozione di sane abitudini non aiuta, ci si può rifare a Digersol: un integratore alimentare che favorisce l'equilibrio del pH fisiologico dello stomaco, abase di specifiche erbe aromatiche e minerali, tra cui l'Argilla bianca. Si consiglia di sciogliere una compressa dopo i pasti principali o quando il disturbo si acuisce.



Se vuoi approfondire l’argomento, non esitare a contattarci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

  • 10/ 04/ 2020
  • Categoria: Benessere
  • Commenti: 0
Prodotti correlati
Commenti: 0
Nessun commento
Rispondi

La tua email non sarà resa pubblica*