Spese di spedizione gratuite per ordini superiori a 49.90€
media

Avere i denti sensibili significa spesso dover sopportare un disturbo molto fastidioso, dai medici definito anche come ipersensibilità dentinale. È abbastanza comune e può manifestarsi nel corso della vita oppure essere conseguente ad altri disturbi.

 

Cause

L’ipersensibilità dentinale può comparire per svariati motivi. Solitamente è dovuta all’usura dello smalto o alla presenza di una radice esposta, ma può anche essere conseguente ad altri fattori come:

  • carie;
  • incrinatura del dente in conseguenza a un trauma;
  • eccesso o accumulo di tartaro;
  • recessione gengivale conseguente a parodontite;
  • ipersensibilità, bassa soglia del dolore.

 

Rimedi

Su tutti, per cominciare ad arginare la situazione, l’uso di un dentifricio la cui formulazione è indicata per denti sensibili è il primo step da compiere: tra quelli che si possono trovare in farmacia, se ne trovano alcuni che alleviano rapidamente il dolore, basta chiedere consiglio al farmacista.  

I principi da ricercare sono lo stronzio acetato e il fluoro, elementi che agiscono formando una barriera sulla superficie della dentina che ottura i tubuli dentali. Tale barriera protettiva non consente agli stimoli, come caldo e freddo, di arrivare fino alle terminazioni nervose.

Sarebbe ancor meglio utilizzare uno spazzolino a setole morbide, per rispettare la salute delle gengive; se ne possono trovare anche di ideati appositamente per i denti sensibili, in genere molto delicati ed efficaci contro accumuli di placca.

Quando la sensibilità dentale è dovuta da una radice esposta, il dentista è solito intervenire in due modi:

  • apponendo una resina adesiva per sigillare l’area attorno al dente;
  • inserendo un innesto gengivale, soprattutto quando la sensibilità è causata da una perdita di tessuto della gengiva.

Prevenire l’ipersensibilità dentinale è molto facile, basta seguire alcune semplici buone pratiche:

  • seguire una buona igiene orale (lavare i denti tre volte al giorno);
  • cambiare lo spazzolino al massimo ogni due mesi;
  • non spazzolare i denti troppo energicamente;
  • utilizzare sempre filo interdentale e collutorio;
  • non esagerare con cibi ad alto contenuto di zuccheri e con le bevande acide.

Se hai qualche dubbio oppure vuoi semplicemente approfondire l’argomento, contattaci. Il nostro team di professionisti è a tua totale disposizione.

  • 16/ 09/ 2020
  • Categoria: Benessere
  • Commenti: 0
Prodotti correlati
Commenti: 0
Nessun commento
Rispondi

La tua email non sarà resa pubblica*

Sezioni del blog
Tag popolari
Neonati Bambini Detergenti Igiene Pulizia dermatite dermatite allergica eczema allergico allergie stagionali Natale Regali Inverno Rimedi Malanni Malanni Stagionali Raffreddore Influenza decongestionanti nasali rinite allergica allergia primaverile contiungivite allergica allergia occhi allergia stagionale fexactiv levoreact imidazyl alfa natura eumill farmaci per allergia rimedi naturali per allergia fexallegra rinazina ribes nigrum; Rinite Allergica Rinite Allergia Naso Chiuso Allergie Stagionali cannabis terapeutica fibromialgia PERILLA QUERCITINA RIBES NIGRUM ALLERGIE STAGIONALI allergia gatto allergia pelo gatto allergia felini fototipo sole protezione solare estate Fitzpatrick melanina feomelanina benefici della luce luce e serotonina melatonina e luce Eritema solare al viso eritema allergia solare protezione viso allergia sole snellife dimagrire dieta pulsossimetro polmonite coronavirus saturazione ossigeno gravidanza mamme alimentazione in gravidanza macula 360 occhi benessere della vista Mascherine Mascherine Chirurgiche Mascherine FFP2 Mascherine FFP3 Mascherine KN95 Mascherine con Valvola droplets effaclar duo la roche posay pelle inestetismi della pelle bruciore di stomaco digersol gastrite stomaco depurativo Primum detox fegato reni intestino gengivite sanguinamento gengivale salute orale rimedi naturali allergia allergia eritema solare fibrillazione atriale cardiopatia palpitazioni scompenso cardiaco Alli alli orlistat luce solare vitamina D vitamina d colecalciferolo psoriasi immuni; contact tracing exposure notification micosi Covid-19 Dormire Ansia Stress otite del nuotatore otite nuoto orecchio Vitamina E dermatite atopica prurito eczema apnea notturna sonno russare disturbi respiratori crampi magnesio tensione muscolare crampi notturni riso rosso tegradoc colesterolo reflusso flautulenza zanzare abbronzatura latte latte materno latte in polvere neonato teatreeoil tea tree acne raffreddore menopausa donna ormoni Gravidanza Alimentazione Gestazione