Spese di spedizione gratuite per ordini superiori a 49.90€
media

La Vitamina D è una vitamina molto importante per tutti gli organismi e svolge importanti ruoli nel nostro corpo. Tuttavia la sua mancanza non è sempre di facile identificazione

Cos'è la Vitamina D

La Vitamina D è una vitamina liposolubile, oleosa, normalmente prodotta dalle nostre cellule della pelle quando sono esposte alla luce solare ed in modo specifico ai raggi UVB

Oltre ad essere prodotta dal nostro organismo la Vitamina D è anche introdotta con l'alimentazione. Esistono diversi cibi che contengono alte dosi di Vitamina D come:

  • Pesce azzurro
  • Prodotti latto-caseari 
  • Uova e derivati
  • Carni grasse

Il dosaggio di Vitamina D per una persona adulta è di circa 400-800 unità al giorno. Tuttavia questo valore è estremamente variabile e dipende molto dalla sua eventuale mancanza.

Purtroppo non sempre si riescono ad introdurre queste dosi di Vitamina D con l'alimentazione e quindi spesso si va incontro a delle sue mancanze: studi evidenziano come gran parte della popolazione adulta sia deficitaria di questa vitamina!

Fattori di rischio per Vitamina D bassa

Esistono alcuni elementi comuni che possono evidenziare carenze di Vitamina D ed esserne dei fattori di rischio; livelli bassi di Vitamina D si evidenziano solitamente:

  • Nelle persone con pelle scura e quindi un fototipo 3-4
  • Nelle persona anziane
  • Nei soggetti in sovrappeso e obesi
  • Quando non si assume molto pesce o latticini.
  • Quando si vive in zone poco esposte al sole lontane dall'equatore

Le persone che vivono vicino all'equatore ed in zone soleggiate sono infatti meno soggette a questa carenza: infatti l'esposizione al sole permette alla pelle di produrre abbastanza Vitamina D

Vitamina D basse, 8 segnali

La carenza di Vitamina D non è molto evidente: i suoi sintomi sono poco comuni e non facilmente evidenziabili. Per questo analizziamo assieme quali sono i segni velati più comuni di carenza di Vitamina D

1. Debolezza e predisposizione ad Infezioni

Uno dei ruoli più importanti della vitamina D è di contribuire alla funzionalità del sistema immunitario in modo di combattere correttamente infezioni virali e batteriche.

Se l'organismo va spesso incontro a sintomi come raffreddore o influenza è possibile che bassi livelli di Vitamina D possano esserne la causa: numerosi studi confermano infatti la diretta correlazione tra infezioni respiratorie e mancanza di Vitamina D

L'assunzione di integratori di Vitamina D alla dose di 1000-4000 unità al giorno può ridurre il rischio di infezioni del tratto respiratorio 

2. Stanchezza cronica

La Stanchezza cronica è identificabile come un costante senso di astenia e debilitazione. Questi sintomi possono avere tante cause, tra queste è stato evidenziato dagli studiosi che deficit di Vitamina D possono contribuirne all'insorgenza.

La Vitamina D infatti svolge un ruolo importante nella funzione metabolica ed è coinvolta in processi che migliorano le performance del nostro organismo e il suo stato di salute. Carenza di Vitamina D può causare affaticamento ed effetti negativi sulla qualità di vita

3. Dolore alle ossa e mal di schiena

La vitamina D contribuisce al mantenimento di una corretta salute delle ossa. Infatti è coinvolta nell'assorbimento di Calcio da parte dell'organismo.

Dolore osseo, fratture ricorrenti, mal di schiena  possono essere segni di livelli inadeguati di vitamina D nel sangue.

4. Depressione

Depressione e sbalzi di umore possono essere associati a bassi livelli di Vitamina D. Questa vitamina è infatti stranamente legata alla modulazione dei livelli di Serotonina, l'ormone del buon umore.

Giusti livelli di Vitamina D contribuiscono a combattere il cattivo umore: somministrare vitamina D alle persone carenti aiuta a migliorare la depressione, inclusa la depressione stagionale tipica dei periodi invernali

5. Guarigione delle ferite compromessa

La Vitamina D svolge un ruolo importante nel controllo dell'infiammazione e nella lotta alle infezioni è quindi altrettanto importante per una corretta guarigione.

La lenta e scarsa rimarginazione di ferite dopo un infortunio o un intervento può essere un segno che i livelli di vitamina D sono troppo bassi. Diversi studi hanno evidenziato che l'integrazione con Vitamina D aiuta a far rimarginare ferite ed ulcere

6. Osteoporosi

La vitamina D come accennato in precedenza svolge un ruolo cruciale nell'assorbimento del calcio e nel metabolismo osseo.

Molte persone anziane a cui viene diagnosticata osteoporosi soffrono di carenze di Vitamina D. Una bassa densità ossea indica che le ossa hanno perso calcio e minerali e e sono più soggette a danni e fratture. Un'adeguata assunzione di vitamina D può prevenire questi spiacevoli eventi

7. Perdita di capelli

La perdita dei capelli è spesso attribuita allo stress, che è certamente una causa comune.

Tuttavia, quando la caduta dei capelli è grave può essere il risultato di una malattia o di una carenza di nutrienti. La perdita di capelli nelle donne è stata collegata a bassi livelli di vitamina D, anche se finora ci sono pochissime ricerche su questo fenomeno.

L'alopecia areata, che è una forma di alopecia autoimmune caratterizzata da una grave perdita di capelli dalla testa e da altre parti del corpo, è associata al rachitismo che è una malattia che provoca ossa molli nei bambini a causa della carenza di vitamina D. Quindi bassi livelli di vitamina D sono collegati all'alopecia areata e possono essere un fattore di rischio per lo sviluppo della malattia 

8. Dolore muscolare

Le cause del dolore muscolare sono spesso difficili da individuare. Vi sono alcune prove che la carenza di vitamina D possa essere una potenziale causa di dolore muscolare nei bambini e negli adulti: il recettore della vitamina D è presente nelle cellule nervose chiamate nocicettori, che avvertono il dolore.

Alcuni studi hanno scoperto che l'assunzione di integratori di vitamina D ad alte dosi può ridurre vari tipi di dolore nelle persone carenti

Farmaci per la Vitamina D bassa

Esistono tanti Farmaci che vengono prescritti dal proprio medico che possono essere utilizzati per il controllo dei livelli di Vitamina D.

Solitamente quest farmaci sono a base di Vitamina D3 di estrazione sintetica che prende il nome di Colecalciferolo. Esistono in vari dosaggi e formulazioni. I nomi commerciali più comuni sono:

  • Dibase Soluzione Orale 10000 Unità su 1ml Flacone da 10ml 
  • Dibase Soluzione Orale 25000 Unità su 1ml Flacone da 2,5ml
  • Dibase Soluzione Orale 50000 Unità su 1ml Flacone da 2,5ml  
  • Annister Soluzione Orale 10000 Unità su 1ml Flacone da 10ml 
  • Annister Soluzione Orale 25000 Unità su 1ml Flacone da 2,5ml
  • Annister Soluzione Orale 50000 Unità su 1ml Flacone da 2,5ml  
  • Xarenel Soluzione Orale 10000 Unità su 1ml Flacone da 10ml 
  • Xarenel Soluzione Orale 25000 Unità su 1ml Flacone da 2,5ml
  • Xarenel Soluzione Orale 50000 Unità su 1ml Flacone da 2,5ml  

Integratori per la Vitamina D bassa

La carenza di vitamina D è incredibilmente comune e la maggior parte delle persone non ne è consapevole. Integratori che contengono Vitamina D spesso permettono di risolvere questi deficit. 

Gli integratori a base di Vitamina D devono essere somministrati quotidianamente contemporaneamente ai pasti. Contengono Vitamina D di estrazione naturale spesso in associazione ad altri nutrienti e Vitamine come la K2 che ne potenzia l'efficacia e l'assorbimento

  • 27/ 05/ 2020
  • Categoria: Salute
  • Commenti: 0
Articoli correlati
29.04.2019
Quali sono i benefici della Luce Solare?
10.02.2020
L'importanza della vitamina D
25.05.2020
I benefici del Sole
Commenti: 0
Nessun commento
Rispondi

La tua email non sarà resa pubblica*

Sezioni del blog