Crampi

Un crampo è causato da una contrazione muscolare involontaria, parossistica e dolorosa, a carico di uno o più muscoli.

Cause

Le cause che portano a crampi possono essere relative all’attività svolta oppure a carenze e/o squilibri di alcuni elementi nel nostro organismo, come potassio e sodio o calcio e magnesio.

In genere si verificano prevalentemente quando i muscoli sono freddi e la circolazione è scarsa, in altri casi si verificano durante un allenamento e spesso sulla fatica dovuta a carichi di lavoro e sforzi fisici che portano ad un inevitabile stress muscolare e quindi, talvolta, a crampi.

Spesso i crampi si presentano durante o subito dopo l’attività fisica praticata a lungo, specialmente quando non preceduta da un sufficiente riscaldamento muscolare. In questi casi i fattori principali sono l’eccessivo e prolungato sforzo muscolare che concorre alla stanchezza e lo stress, accumulati prima dell’allenamento.

Possono essere causa di crampi, anche se in maniera minore, carenze o squilibri elettrolitici, causati, in genere, da disidratazione e perdita di sali minerali che conseguono alla sudorazione o all’errato reintegro idrosalino e, quindi, a carenza di sodio e potassio.

In casi più specifici, come nei soggetti sportivi, anche agonisti, il manifestarsi di crampi muscolari è quasi sempre conseguenza di un determinato affaticamento psicofisico, a ingenti perdite di glicogeno muscolare, a carenza di calcio e perdite di ATP, ossia di adenosintrifosfato che è la principale fonte energetica che le cellule utilizzano per le varie funzioni dell’organismo che richiedono energia.

Quando i crampi si presentano durante la notte, il problema è quasi sicuramente conseguente a carenza di potassio, calcio o magnesio, anche se, in alcuni casi, il crampo può essere anche il sintomo di una condizione patologica determinante, come l’anemia, la compressione di un nervo, il diabete o l’ipoglicemia cronica.

Rimedi

È facile capire quanto sia difficile, date le numerose circostanze che possono portare a crampi, prevenirli. Il primo passo, come per tanti altri disturbi o fastidi relativi ai muscoli, così come a buona parte del nostro corpo, è seguire una dieta equilibrata ricca di calcio e vitamina D (necessaria per il suo assorbimento), li troviamo nei seguenti alimenti: le verdure a foglia verde, il latte, il formaggio, lo yogurt, il fegato, il tuorlo d’uovo, alimenti a base di sesamo. L’ananas, le banane e i finocchi sono molto importanti, in quanto molto ricchi di potassio.

Inoltre, è utile bere molta acqua, prima, durante e dopo ogni attività fisica ed eseguire un buon riscaldamento muscolare prima di ogni allenamento.

È possibile utilizzare anche integratori a base di potassio e magnesio, anche se, in realtà, i diversi studi che hanno analizzato l’impiego di integratori ai fini del trattamento dei crampi, hanno avuto scarsi risultati, data la varietà delle cause responsabili, che rende difficile contrastare i crampi sul piano farmacologico, e indicando il riposo muscolare come unico rimedio realmente efficace. I consigli pratici su come rimediare ai crampi sono:

  • interrompere l’attività fisica, massaggiare e distendere la parte interessata, in modo da favorire il rilassamento muscolare;
  • applicare un impacco freddo sui muscoli in tensione;
  • se il dolore persiste anche dopo che il crampo è passato, applicare un impacco caldo sulla parte interessata.

 Se hai dubbi oppure vuoi approfondire l’argomento, contattaci. Il team di Farmacia Gaudiana è a tua completa disposizione.

Categorie